I disturbi sessuali: quali sono e descrizione

I DISTURBI SESSUALI: QUALI SONO E DESCRIZIONE

La disfunzione sessuale o disturbo sessuale è la difficoltà testata da un soggetto o da una coppia in ogni fase di una normale attività sessuale, tra cui piacere, desiderio, eccitazione o orgasmo.

La disfunzione sessuale porta a provare sentimenti di angoscia ed è diagnosticata quando tali difficoltà persistono per un periodo di tempo superiore ai sei mesi.

Le disfunzioni sessuali possono avere un immenso impatto sulla qualità della vita sessuale; il termine disturbo sessuale può fare riferimento non solo alla disfunzione sessuale fisica, ma anche a parafilie o disturbo delle preferenze sessuali.

I disturbi legati alle disfunzioni sessuali possono essere classificati in quattro categorie: disturbi sessuali del desiderio, disturbi dell’eccitazione,disturbi dell’orgasmo e disturbi del dolore .

Disturbi del desiderio sessuale

 I disturbi del desiderio sessuale o diminuzione della libido sono contraddistinti da mancanza, per un certo periodo di tempo, di desiderio sessuale, libido per l’attività sessuale o fantasie sessuali.

La condizione varia da una generale mancanza di desiderio sessuale ad una mancanza di desiderio sessuale per il proprio partner; tale condizione può presentarsi anche dopo un periodo di funzionamento sessuale normale e senza alcun calo del desiderio sessuale.

Le cause variano considerevolmente, ma includono anche una possibile diminuzione della produzione di estrogeni nelle donne e testosterone negli uomini e nelle donne; altre cause possono essere l’invecchiamento, lo stress, la gravidanza, l’uso di farmaci (come la SSRI ) o condizioni psichiatriche, come la depressione e l’ansia.

Disturbi dell’eccitazione sessuale

I disturbi dell’eccitazione sessuale sono noti come frigidità nella donna e disfunzione erettile negli uomini.

Per entrambi, sia uomini che donne, queste condizioni possono manifestarsi come una avversione per evitare il contatto sessuale con il partner.

Negli uomini, ci può essere il fallimento parziale o totale di raggiungere o mantenere un’erezione, o una mancanza di eccitazione sessuale e piacere nelle attività sessuali.

Ci possono essere cause mediche che provocano questi disturbi, come ad esempio la riduzione del flusso sanguigno o la mancanza di lubrificazione vaginale; anche la malattia cronica può contribuire, nonché la natura del rapporto tra i partner.

La disfunzione erettile

La disfunzione erettile è una disfunzione sessuale caratterizzata dall’incapacità di raggiungere o mantenere l’erezione del pene.

Ci sono molteplici cause subordinate, come danni ai nervi responsabili dell’erezione che impediscono o ritardano l’erezione, il diabete o le malattie cardiovascolari, che diminuiscono il flusso di sangue al tessuto del pene.

Le cause della disfunzione erettile possono anche essere di origine psicologica o fisica; la disfunzione erettile psicologica spesso può essere curata con farmaci o psicoterapia, al contrario quella causata da danni fisici è molto più grave.

Malattie cardiovascolari, sclerosi multipla, insufficienza renale, malattie vascolari e lesioni del midollo spinale possono causare la disfunzione erettile.

L’argomento risulta essere ancora un tabù, in quanto imbarazzante e quindi difficile da esporre.

L’eiaculazione precoce

L’eiaculazione precoce è quel disturbo che implica l’eiaculazione prima che il partner raggiunga l’orgasmo o dopo 2 minuti dall’inserimento del pene nella vagina.

Per avere una diagnosi, il paziente deve avere una storia cronica di eiaculazione precoce e il problema deve provocare sensazioni di insoddisfazione e disagio nel partner o in entrambi.

Storicamente questo disturbo veniva attribuito a cause psicologiche; oggi nuove teorie suggeriscono che l’eiaculazione precoce potrebbe avere una causa neurobiologica di fondo.

Disturbi sull’orgasmo

I disturbi sull’orgasmo sono comprendono continui ritardi o assenza di orgasmo a seguito di una fase di eccitazione sessuale normale; il disturbo può avere origini fisiche, psicologiche, o farmacologiche.

SSRI e antidepressivi possono ritardare l’orgasmo o eliminarlo del tutto; anche la menopausa può causare anorgasmia.

Disturbi del dolore sessuale

I disturbi del dolore sessuale colpiscono quasi esclusivamente le donne e sono noti anche come dispareunia (rapporti sessuali dolorosi) o vaginismo (uno spasmo involontario dei muscoli della parete vaginale che interferisce con il rapporto sessuale).

La dispareunia può essere cagionata da lubrificazione insufficiente (secchezza vaginale); questa lubrificazione scadente può derivare da eccitazione e stimolazione insufficiente, da cambiamenti ormonali causati dalla menopausa , da gravidanza o allattamento al seno.

Altre cause possono essere: l’irritazione da creme e schiume anticoncezionali, la paura e l’ansia riguardo al sesso.

Non è del tutto chiaro ciò che provoca il vaginismo, ma si pensa ad un trauma sessuale passato (come lo stupro o l’abuso).

Un altro disturbo sessuale femminile si chiama vulvodinia o vestibolite vulvare; in questa condizione si prova bruciore durante il rapporto sessuale che sembra collegato a problemi della pelle della vulva e delle zone vaginali. La causa è sconosciuta.

Malattia post-orgasmica

La malattia post-orgasmica causa sintomi poco dopo l’orgasmo o l’eiaculazione; è un sentimento di malinconia e ansia che dura fino a due ore dopo il rapporto sessuale.

Si verificano mal di testa e dolori al collo durante l’attività sessuale, compresa la masturbazione e l’orgasmo.

Negli uomini, sindrome postorgasmica (POI) provoca gravi dolori muscolari in tutto il corpo e altri sintomi subito dopo l’eiaculazione; questi sintomi durano fino ad una settimana.

Un’altra condizione che si verifica negli uomini è una sindrome culturale che provoca umore ansioso e disforico dopo il rapporto sessuale.

Disfunzione del pavimento pelvico.

La disfunzione del pavimento pelvico può essere una causa di fondo della disfunzione sessuale in uomini e donne, ed è curabile con la terapia fisica.

Disturbi sessuali non comuni negli uomini

La disfunzione erettile provocata da malattie vascolari di solito si riscontra tra gli anziani e tra i soggetti che hanno l’aterosclerosi.

Le malattie vascolari sono comuni nei soggetti che hanno il diabete, malattie vascolari periferiche, ipertensione e tra i fumatori.

Ogni qualvolta che il flusso di sangue al pene è compromesso si ha la disfunzione erettile come risultato finale.

Nei soggetti con insufficienza testicolare, in quelli che hanno affrontato la radioterapia , la chemioterapia o che durante l’infanzia sono stati esposti al virus della parotite, i testicoli possono non riuscire a produrre testosterone.

Altre cause ormonali di insufficienza erettile sono i tumori cerebrali, l’ipertiroidismo, l’ipotiroidismo o i disturbi della ghiandola surrenale.

Anomalie strutturali del pene, come la malattia di Peyronie, può rendere difficile il rapporto sessuale.

I farmaci sono causa di disfunzione erettile; i soggetti che assumono farmaci per abbassare la pressione sanguigna , antipsicotici , antidepressivi , sedativi, narcotici, antiacidi o che abusano di alcool possono avere problemi con la funzione sessuale e la perdita di libido.

Il priapismo è un’erezione dolorosa che si verifica per diverse ore in assenza di stimolazione sessuale . Questa condizione si sviluppa quando il sangue viene rinchiuso nel pene e non è in grado di defluire; se la condizione non viene trattata tempestivamente, può portare a gravi cicatrici e perdita permanente della funzione erettile.

Il disturbo si verifica in giovani e bambini; sono più a rischio i soggetti affetti da anemia falciforme e coloro che abusano di alcuni farmaci.

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2019 Frontier Theme