Erezione debole: cause e sintomi e conseguenze

Erezione debole: cause e sintomi e conseguenze

La debolezza dell’erezione durante il rapporto sessuale si può verificare quando le arterie non ricevono il flusso di sangue necessario dal cuore e dall’aorta.

L’erezione debole può essere precisata come l’incapacità di mantenere un’erezione abbastanza forte per un rapporto sessuale completo.

Il corpo dev’essere in buone condizioni per mantenere l’erezione che coinvolge nervi, cervello, colonna vertebrale, muscoli, tessuto fibroso e vene vicino; se uno di questi sistemi non funziona si possono avere problemi di erezione.

Erezione debole, un problema compreso con l’età .

Negli ultimi anni si è cominciato a discutere apertamente dei problemi che riguardano la vita sessuale; i soggetti parlano liberamente di erezione debole senza vergogna e chiedono aiuto specialistico per essere informati sui trattamenti disponibili al fine di superare situazioni inadeguate.

Quali sono le cause dell’erezione debole

L’interruzione del flusso sanguigno alle vene del pene è una delle principali cause di debolezza dell’erezione durante il rapporto sessuale.

Altre cause potrebbero essere il diabete che può recare danno al sistema nervoso, disturbi cardiovascolari, cancro alla prostata, effetti collaterali dell’utilizzo di droghe pesanti, sclerosi multipla, disturbi ormonali, alcool e abuso di droga, problemi emotivi come la depressione, l’ansia, il senso di colpa, la bassa autostima e anche la vecchiaia gioca un ruolo importante nello sviluppo di erezione debole, in quanto essa si verifica soprattutto nella fascia di età compresa tra i 40 – 65 anni.

Chi soffre di erezione debole

  • coloro che fanno uso di droghe pesanti
  • coloro che soffrono di traumi o interventi chirurgici sulle vene intorno al pene
  • coloro che vivono in depressione, stress e ansia
  • fumatori con pressione sanguigna alta
  • coloro che sono in sovrappeso, ecc

Quali sono i sintomi dell’erezione debole

Molti soggetti assumono molti stimolanti in vista di imminenti rapporti sessuali, anche quando non ci sono sintomi di debolezza di erezione, e ciò se praticato per un lungo periodo di tempo può causare erezione debole.

In alternativa, se si riscontra qualche segno di debolezza di erezione o di un tempo più lungo prima di raggiungere l’erezione, ci sono alcuni farmaci che aiutano ad aumentare il volume dell’eiaculazione, poi, occorre necessariamente consultare uno specialista immediatamente.

Diagnosi dell’erezione debole

In primo luogo occorre chiedere la consulenza di uno specialista che sarà in grado di effettuare un corretto esame incrociato sulla salute medica e sessuale per capire l’origine del problema.

Bisogna essere onesti quando si parla con lo specialista in modo da consentire una diagnosi corretta.

Lo specialista può decidere di effettuare una visita medica e numerosi test per ottenere risultati adeguati, tra cui analisi del sangue, ecografia al fine di accertare la circolazione arteriosa negli organi genitali, valutazione neurologica per valutare danni ai nervi, cavernosometria per determinare la pressione vascolare nel flusso sanguigno del pene.

E ‘ necessario condurre un esame psico-sociale utile per rivelare le cause dei problemi di erezione debole.

Quali sono le cause dell’erezione debole?

Una normale erezione del pene è il risultato di complesse interazioni tra psiche, sistemi nervoso centrale e periferico, ormoni, vasi sanguigni e muscolatura liscia del pene; il malfunzionamento di uno  di questi sistemi può portare a problemi erettili.

Altri fattori esterni come il fumo, l’obesità, e l’uso di alcuni farmaci o alcol possono causare la disfunzione erettile.

Problemi cardiovascolari

Qualsiasi condizione che colpisce la rete dei vasi sanguigni del corpo può portare alla disfunzione erettile.

La pressione alta e il colesterolo causano l’indurimento delle arterie, comprese quelle del pene, i soggetti con insufficienza cardiaca congestizia o dopo un attacco di cuore, possono sperimentare erezioni deboli.

Problemi ormonali

Squilibri endocrini possono causare erezioni deboli.

Il testosterone gioca un ruolo importante nella funzione erettile sana e livelli normali sono essenziali per il corretto funzionamento.

La disfunzione erettile può essere un segno di alti livelli di prolattina o di malfunzionamento della tiroide; anche un livello molto basso dell’ormone tiroideo può causare erezioni deboli.

Problemi neurologici

Disturbi del sistema nervoso possono provocare erezioni deboli, ciò si verifica nella sclerosi multipla e dopo un ictus.

A volte, un intervento chirurgico per problemi alla prostata o alla vescica può recare danni ai nervi con conseguente disfunzione erettile.

Morbo di Parkinson e morbo di Alzheimer sono esempi di disturbi cerebrali che potrebbero causare difficoltà di erezione; lesioni al midollo spinale o lesioni pelviche possono danneggiare la normale funzione erettile.

Abuso di sostanze

Droghe illecite, alcool o farmaci da prescrizione possono causare disfunzioni sessuali.

Molti farmaci tra cui quelli per il trattamento della pressione alta, depressione, ansia, ulcere e gli steroidi anabolizzanti o antistaminici possono causare erezioni deboli, anche nei soggetti giovani e sani.

Problemi psicologici

Il 20 per cento dei casi di disfunzione erettile sono legati a fattori psicologici.

Lo stress e la fatica influenzano lo stato mentale e possono interferire con la normale funzione sessuale; inoltre le erezioni deboli possono essere causate da depressione, ansia, scarsa immagine di sé, senso di colpa, paura del fallimento. problemi di relazione, e se non viene trattata in modo adeguato, può causare anomalie erettili.

Malattia di La Peyronie

La malattia di Peyronie è un’anomalia del tessuto del pene; essa si traduce in cicatrici e infiammazione del pene.

Erezione debole

L’erezione debole (noto anche come impotenza o disfunzione erettile) non è una malattia, ma una condizione secondaria provocata da cause primarie.

Trent’anni fa, quando gli uomini andavano dai loro medici per chiedere aiuto per problemi di erezione, veniva detto loro che non c’era alcun trattamento in quanto la condizione era legata all’invecchiamento o a problemi psicologici.

Dopo decenni di ricerca, i medici dividono questo disturbo molto comune in quattro cause generali:

  • psicologiche
  • fisiche (impotenza biologica)
  • di origine mista (sia psicologica e fisica)
  • di origine sconosciuta

Circa l’85% dei casi è dovuto ad una causa fisica (organico), più del 10% a causa psicologica, l’altro 5% a cause sconosciute.

Nell’85% dei casi vi è un miscuglio di cause fisiche e psicologiche, in quanto se un soggetto non riesce a raggiungere l’erezione per un paio di volte entra in un circolo vizioso in cui lo stress la fa da padrone e spesso porta a problemi psicologici.

L’impotenza psicologica esprime il problema quando non sono presenti cause fisiche; essa può essere causata da stress da lavoro, matrimonio in crisi, preoccupazioni finanziarie.

Ogni situazione occupa i pensieri consci e inconsci e può causare impotenza.

Va sottolineato che ogni soggetto sperimenta periodi temporanei di impotenza durante la sua vita; questo è del tutto normale e non si ha bisogno del trattamento a meno che il problema non persista.

L’impotenza fisica si sviluppa gradualmente ed è caratterizzata da uno qualsiasi di questi problemi funzionali fondamentali:

  • rilascio alterato dei messaggi chimici inviati dal sistema nervoso
  • incapacità di sviluppare l’erezione
  • lesioni del midollo spinale
  • chirurgia pelvica radicale
  • sclerosi multipla
  • morbo di Parkinson.

La cosa importante da ricordare è che la maggior parte delle cause di impotenza sono fisiche e spesso vanno oltre il proprio controllo; accertare e correggere queste condizioni mediche può aiutare a sentirsi a proprio agio.

La malattia vascolare è la principale causa di disfunzione sessuale; le patologie vascolari includono: arteriosclerosi (indurimento delle arterie), ipertensione, colesterolo alto e le altre condizioni che interferiscono con il flusso sanguigno.

Un altro problema,è la “fuga venosa” che si verifica quando le vene del pene non sono in grado di chiudersi (costrizione) correttamente durante l’erezione; la costrizione delle vene detiene il sangue nel pene per mantenere l’erezione.

Quando le vene non detengono il sangue ma lo fanno tornare indietro nel corpo l’erezione non avviene.

Il diabete è una causa molto comune di disfunzione; questa malattia può danneggiare sia i vasi sanguigni che i nervi.

Quando vengono colpiti i nervi, il cervello non è in grado di trasmettere correttamente lo stimolo sessuale che crea l’erezione.

La chirurgia pelvica radicale può provocare disfunzione erettile.

Malattie neurologiche e carenzeendocrine sono un’altra fonte di disfunzione erettile.  

Disfunzione erettile: cause psicologiche

I fattori psicologici sono responsabili di circa il 10-20% di tutti i casi di disfunzione erettile.

Spesso è una reazione secondaria ad una causa fisica sottostante.

In alcuni casi, gli effetti psicologici della disfunzione erettile possono derivare da abuso infantile o traumi sessuali, tuttavia, le cause psicologiche più comuni includono:

  • stress : legato al lavoro, al denaro o il risultato di problemi coniugali
  • ansia : derivante dal fallimento in una o due occasioni; ciò può portare ad ” ansia da prestazione “, o alla paura del fallimento sessuale e portare alla disfunzione erettile.
  • senso di colpa: un soggetto può sentirsi in colpa perché non soddisfa il partner
  • depressione
  • bassa autostima: questo può essere dovuto a precedenti episodi di disfunzione erettile
  • indifferenza: questo può avvenire a causa dell’età e della perdita di interesse per il sesso.

Tutti i soggetti sperimentano disfunzione erettile nel corso della loro vita, se il problema diventa persistente o diventa fonte di disagio può essere necessaria una terapia.

Conseguenze della disfunzione erettile

IMPATTO PSICOLOGICO

La disfunzione erettile, ha un impatto psicologico sulla maggior parte degli uomini, anche quando la causa del problema è puramente fisica; essa può anche causare problemi di relazione.

I sentimenti provati dai soggetti con disfunzione erettile sono:

  • senso di perdita di virilità’
  • senso di insicurezza
  • bassa autostima
  • tristezza
  • paura di affrontare un nuovo partner sessuale
  • paura dell’intimità
  • rabbia e aggressività
  • vergogna
  • preoccupazione di non essere in grado di piacere al proprio partner
  • senso di colpa per la disfunzione

I sentimenti provati dal partner sono:

  • Senso di colpevolezza per non far raggiungere l’erezione al partner
  • insicurezza del dare supporto
  • paura di essere respinti
  • sentirsi poco attraente
  • sentirsi confuso / frustrato
  • insicurezza del suo amore
  • tristezza

Conseguenze psicologiche comuni

 

Ansia da prestazione

L’ansia da prestazione  è molto comune nei soggetti con disfunzione erettile ed è l’ansia che si sperimenta quando ci si accorge che l’erezione non è abbastanza ferma o che non sembra durare abbastanza a lungo.

Essa si verifica quando un episodio occasionale di fallimento diventa paura in ogni rapporto sessuale successivo.

Aspettative non realistiche

Molti soggetti con disfunzione erettile o i loro partner sembrano avere aspettative irrealistiche e si aspettano un certo tipo di fantasie sessuali.

Queste aspettative possono acutizzare il problema, dal momento che i soggetti confrontano le proprie prestazioni con queste aspettative e si sentono inadeguati e delusi.

Comuni aspirazioni sessuali sono:

  • che gli incontri e i rapporti sessuali dovrebbero andare automaticamente – NON VERO
  • che dev’essere l’uomo ad avviare il sesso – NON VERO
  • pensieri sessuali  dovrebbero portare sempre all’erezione, senza alcuna stimolazione sessuale diretta – NON VERO
  • che entrambi i partner dovrebbero raggiungere l’orgasmo sempre e contemporaneamente – NON VERO
  • che non c’è sesso senza un’erezione – NON VERO
  • che gli uomini dovrebbero essere pronti e in grado di durare per tutta la notte – NON VERO

Problemi di relazione

Anche i problemi di relazione possono causare disfunzione erettile e, viceversa, la disfunzione erettile può causare problemi di relazione.

Un soggetto può avere paura o provare vergogna di instaurare nuove relazioni e / o di avvicinarsi a  nuovi partner sessuali; si può aver paura di esporre il problema e di ricevere un rifiuto.

Altresì il soggetto affetto da disfunzione erettile può evitare di toccare il partner per paura delle emozioni, così facendo il partner può sentirsi rifiutato e insicuro; ciò provoca tristezza, rabbia e senso di colpa.

Bisogna capire che in questi casi è necessario parlarne insieme o cercare aiuto specialistico.

L’incapacità di comunicare può aggravare il rapporto e creare angoscia.

E ‘comune che una coppia non sia in grado di parlare apertamente dei problemi sessuali, soprattutto se sono di fronte alla prima esperienza; l’aspettativa che tutto debba avvenire automaticamente può aggravare l’ansia riguardante la disfunzione erettile

E ‘importante capire che il problema della disfunzione può riguardare entrambi i partner e che essi stessi possono svolgere un ruolo importante nel trattamento e dare un valido supporto.

Le coppie possono lavorare insieme per rendere possibile un risultato positivo per il loro rapporto.

Anche le partner femminili possono avere bisogno di aiuto; il cambiamento del partner implica nella donna una carenza di libido sessuale e di lubrificazione, specialmente durante la menopausa.

 

 

Articolo a cura: Dott. Pierpaolo Casto – Psicologo e Psicoterapeuta – Specialista in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

 

Dott. Pierpaolo Casto - Psicologo e Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale - PER APPUNTAMENTO: Viale Magenta, 64 CASARANO ( Lecce ) Tel. 328 9197451 © 2019 Frontier Theme